Scrittori lucani "dopo Sinisgalli" a Roma per l'Unità d'Italia

Stampa

Nell’ambito delle iniziative che la Regione Basilicata organizza, si tiene a Roma domani il convegno “Scrittori di Lucania, dopo Sinisgalli”.
L’intellettuale montemurrese rappresenta il personaggio attraverso cui la Basilicata si racconta alla mostra delle Regioni a Roma: la sua visione e modernità identificano una regione che si scrolla una l'immagine retorica e triste che le interpretazioni post-leviano hanno attribuito e guarda al futuro con la consapevolezza delle proprie risorse.

 

Si parla dunque di Sinisgalli, oggi a Roma, ma si parla anche di “dopoSinisgalli”, un messaggio chiaro per dire che la narrazione della Basilicata è ancora proiettata in avanti al punto da superare anche il punto più avanzato del suo pantheon storico e culturale.

E lo fa attraverso la presenza degli scrittori di oggi: Gaetano cappelli, Andrea Di Consoli, Giuseppe Lupo e Raffaele Nigro. Conduce il dibattito il critico letterario Franco Vitelli, introduce il presidente del Consiglio regionale, Vincenzo Folino, il quale è anche presidente del Comitato regionale per le celebrazioni del 150° dell’Unità d’Italia, e conclude il presidente della Giunta regionale, Vito De Filippo.

L’appuntamento è per le 18.30 alla Sala Zanardelli del Complesso del Vittoriano, in Piazza dell’Ara Coeli.